I Bimbi di carta

 

IMG_1355

 

Ti sei mai divertito insieme alla nonna o alla mamma a ritagliare la ghirlanda di bimbi dal giornale vecchio che il nonno ha finito di leggere?

Io mi ricordo i lunghi pomeriggi d’inverno dove vedevo scendere la pioggia dalle finestre in attesa che finisse di piovere nella speranza di uscire un po’ fuori a giocare ( i miei non mi facevano uscire lo stesso perché faceva freddo!) . La mia mamma oppure la mia nonna che abitava insieme a noi si alternavano in una serie infinita di giochi , ricavati da materiali poveri ( vecchi stracci, fili di lana, collane con la pasta colorata, ecc.)

Uno dei miei preferiti e anche quello che ricordo un po’ meglio era la ghirlanda di bimbi . Un gioco apparentemente semplice che però nascondeva le sue insidie. Io ,insieme ai miei fratelli, impazzivamo per ritagliare i bimbi con delle forme quasi umane: teste che sembravano uova, braccia troppo grosse o troppo fini, piedi terribili…

Il ricordo di questi giochi fatti in casa con l’odore del “ciambellone” appena sfornato per la merenda di noi bambini mischiato all’odore della carta, mi ha ispirato per dare il nome al mio blog.

Ora, se vorrai seguirmi ti guiderò passo passo per realizzare questo simpatico gioco. Una volta imparata la tecnica potrai variare il gioco ritagliando la carta con soggetti diversi ( animali, fiori,ecc.).

 

La prima cosa da fare è recuperare il materiale per la ghirlanda.

Cosa occorre:

.Un vecchio giornale ( oppure, a tuo piacere carta colorata, oppure una rivista molto colorata )

.Un paio di forbici per la carta

.Una matita o un pennarello nero

 

IMG_1340

 

 

A seconda di come vorrai che la tua ghirlanda sia lunga, ritaglia dal giornale una striscia di carta della lunghezza da te prescelta.

 

IMG_1341

 

 

Dalla foto potrai vedere che ho ritagliato una striscia dalle due pagine del giornale ( il giornale sportivo di mio papà 🙂 ).

 

 

Il prossimo passaggio prevede la “piegatura del giornale a mo’ di fisarmonica:

 

IMG_1342

IMG_1345

 

 

 

Come puoi vedere dall’immagine dovrai ripiegare il foglio tante volte fino ad ottenere un rettangolo come questo qui sotto:

 

 

IMG_1347

 

 

Una volta ripiegata la carta, non resta altro che ritagliare i nostri bimbi.

Puoi scegliere di ritagliare tutti i bimbi uguali, oppure alternare un bimbo e una bimba.

Affinché riesca il gioco è bene prestare attenzione a qualche particolare. Ad esempio, I bimbi devono avere dei punti di contatto tra di loro ( le braccia, per esempio) .

Quando la ghirlanda è composta dal bimbo e dalla bimba, disegna le due metà delle sagome sui bordi del rettangolo e al centro del foglio ci saranno le braccia e le mani unite.

Il risultato è questo:

 

IMG_1348

 

Ora non resta che ritagliare le sagome.

 

IMG_1352

 

Ed ecco la ghirlanda terminata!

 

IMG_1353

 

IMG_1368

 

Per un risultato più pulito si possono disegnare le sagome dei bimbi sul foglio di giornale oppure, se preferisci puoi ritagliare le sagome direttamente con le forbici senza il disegno preliminare.

Hai difficoltà nel ricreare i bimbi sulla carta? Per te ho preparato un piccolo disegno che potrai utilizzare per aiutarti a realizzare i bimbi. potrai scaricarlo cliccando sotto l’immagine.

 

 

Bimbidicarta con logo

 

Vuoi rendere la tua ghirlanda davvero originale? Puoi divertirti a “vestire” i tuoi bimbi con quello che ti suggerisce la fantasia: bottoni, nastri,strisce di carta, piccoli pezzetti di stoffa,ecc. Oppure più semplicemente colorare le figure con i pennarelli o le tempere.

Ecco i miei bimbi di carta:

 

IMG_1374

 

Buon divertimento!

 

About Mara

Mi chiamo Mara, classe 1971…appassionata da sempre di disegno, fumetti e tutto ciò che sa di carta. La mia droga? è l’odore delle matite. :-) nella vita di tutti i giorni mi adopero per gli altri vestendo i panni di infermiera. Appena posso però abbandono la mia “identità segreta” per ridiventare quella che sono veramente: un’illustratrice. Mio grande fan e sostenitore mio marito Alessandro. Inoltre ho un cliente molto esigente…: si tratta del mio piccolo Gabriele. Da quando è nato non ho fatto altro che disegnare per lui; prima orsetti, stelline. Adesso Batman, Uomoragno e non so cos’altro! A dire il vero è da una vita che disegno per gli altri e questo mi riempe di grande soddisfazione e gioia. I disegni sono la mia vita. Qui, in questo sito, chi verrà potrà, attraverso i miei disegni, conoscere frammenti di me. Aggiungi Mara alla tua cerchia su Google+!

Lascia qui il tuo commento...